Coppe









Finocchieto











Aguzzo







Vasciano





 
 

A circa tre chilometri da Stroncone sorge Coppe, ove, alla sommità di una collina, si erge, quasi a protezione delle abitazioni circostanti, un palazzo baronale. Già nel 1087 questo Borgo era soggetto alla signoria dei Cardoli, nobile famiglia Narnese, che lo tenne fin oltre il XVI secolo.

Di fronte al palazzo tra le rovine di quella che era l'umile Chiesa parrocchiale, in una cappella sotterranea si possono ammirare pregevoli affreschi, del 1498 di Angelo da Vignanello.

 

Le Frazioni

Ben più lontano dal paese, raggiungibile attraverso una tortuosa strada asfaltata, vi è Finocchieto.

Una donazione riportata dal registro di Farfa, assicura che questa località esisteva ancora prima del Mille. Quasi tutte le case sono adorne di travertini più o meno razionalmente scolpiti da una generazione di scalpellini non del luogo e vissuti tra il XIV ed il XV secolo. Scesi alla zona pianeggiante e percorsa la strada chiamata Salaria, ancor prima di risalire per la frazione di Aguzzo, sopra una piccola collina sorge la Chiesa di Santa Maria di Corvaiano.

Questo sacro Oratorio raccoglie forse l'ossario di una delle battaglie delle quali fu teatro la valle che si estende tra Stroncone e Narni.

Proseguendo per i colli verdeggianti di vegetazione sul cucuzzolo di un'amenissima altura vi è Aguzzo.

La mura (cadenti) che lo cingono testimoniano la presenza di un'antica fortificazione e l'abside della Chiesa parrocchiale ricorda lo stile architettonico tipico delle costruzioni del XII secolo; sulla porta si legge l'anno 1417.

Occorre nuovamente discendere al piano per dirigersi, attraverso la strada provinciale, alla località chiamata Vasciano.

Il borgo è disposto quasi a scaglioni sui fianchi del monte e sopra, in alto, si scorgono gli imponenti resti di un antico castello.

Dal centro abitato, percorrendo una strada tra i boschi, si può giungere in pochi minuti a "Lo Speco", convento fondato da San Francesco, luogo di meditazione e di preghiera visitato da numerosi pellegrini.

A Vasciano è nato Asprilio Pacelli, illustre musicista che esercitò anche oltre i confini d'Italia.